Grgar, Bate, Grgarske Ravne

Salendo da Nova Gorica per la strada tortuosa verso Banjšice, si passa anche per il Bacino di Gargaro (Grgarska kotlina), limitato da una parte dal pendio ripido del Skalnica (m 682), e del monte Škabrijel (m 646), dall`altra invece dalle falde dell´altopiano della Bainsizza (Banjška planota).

Testimonianza della colonizzazione del bacino giá nei tempi molto remoti sono le vecchie parrocchie, l´abitato Gradišče, che era un centro fortificato, dove la gente si rifugiò per diffendersi dalle invasioni turche, come pure il castello d´una volta sul rialzo Škrlji. Il bacino é conosciuto anche dalla Prima e dalla Seconda guerra mondiale, in quanto centro importantissimo dei partigiani. Grgar, Grgarske Ravne e Bate sono dei villaggi piccoli, e sebbene piccoli, nascondono tante curiositá naturali e numerosi monumenti storico-culturali degni di essere visitati.

Potranno essere visitati anche l`acquedotto ed il serbatoio d`acqua siti a Grgarske Ravne e costruiti dai soldati austriaci per ordine dall`arciduchessa Maria Anna durante la Prima guerra mondiale. Nello stesso tempo furono eretti anche un lavatoio all`aperto, dove le paesane lavavano il bucato e sedute sulle vicine panche di pietra facevano quattro chicchiere, e le mura difensive con due torri, che servivano come protezione dagli assalti dei nemici.

Durante la Prima guerra mondiale i soldati austriaci avevano eretto nel villaggio anche una cappelletta con la statua della Madre di Dio davanti alla quale si radunarono per assistere al divino scrificio. Anche la cappelletta fu eretta per ordine dell`arciduchessa Maria Anna.

La strada prosegue per giungere al paese Bate. Una vera e propria peculiarità in queste parti è il rinomato podere familiare Hubjani, dove cercano di produrre e di trattare il latte il più biodinamicamente possibile. Qui si può assaggiare e gustare l`ottimo formaggio ed altri prodotti lattei fatti in casa, la cui qualità è largamente nota.

Il centro del villaggio è sito presso la chiesa. La chiesa parrocchiale di Santa Croce a Bate è dedicata al rinvenimento della santa croce, la solennità principale di ogni anno però si celebra il giorno dell`Ascensione.

Presso la chiesa si trova anche un vecchio cimitero di guerra, il cuale è stato restaurato alcuni anni fa e che ospita i soldati austo-ungarici caduti nella Prima guerra mondiale. Le salme dei soldati italiani invece, che si trovavano anche essi su questo cimitero, sono state traslocate nel 1935 al Sacrario di Oslavia.

ar©tur